Dal 30 novembre i tracciati Import saranno solo in formato XML

Dal 30 novembre i tracciati Import saranno solo in formato XML

Il processo della Reingegnerizzazione AIDA 2.0 continua, pur con qualche situazione in cui l’ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) sta concedendo degli ambienti “ibridi”.

È il caso, ad esempio, dell’utilizzo dei nuovi tracciati Import in formato XML, che è stato reso facoltativo a partire dallo scorso 21 luglio (ne avevamo già parlato in questa news), e lo sarà fino al 30 novembre.

Da luglio, infatti, alcuni dei nostri clienti hanno continuato a usare i nuovi tracciati, mentre altri hanno preferito fare un passo indietro per non incorrere in problemi, soprattutto per le dichiarazioni di importazione più “delicate”.

Nel frattempo, in Euro Arpa abbiamo continuato ad aggiornarci, partecipando ai tavoli tecnici con ADM e Sogei, durante i quali sono stati esposti i problemi via via riscontrati e le segnalazioni di errore, al fine di contribuire fattivamente al miglioramento e alla stabilità del sistema AIDA 2.0.

Ad oggi, quindi, la maggior parte dei problemi tecnici riscontrati sono stati risolti dalla Sogei. Ne restano solo alcuni, che dovrebbero essere risolti a breve.

Segnaliamo anche che, grazie alle richieste inoltrate tramite la nostra associazione ETN Italia, l’ADM dovrebbe pubblicare una nuova circolare che chiarirà alcuni aspetti della dichiarazione doganale che sono cambiati con l’utilizzo dei nuovi tracciati (primo fra tutti lo scarico dei pesi e unità supplementari, ove previsti).

L’Agenzia delle Dogane ha anche aggiornato la pagina delle FAQ sul proprio sito (pagina disponibile a questo link), con le risposte a numerose tematiche e casi specifici.

Per chi volesse approfondire il funzionamento e le caratteristiche di SoGeDo, il nostro software gestionale per le operazioni doganali di importazione, esportazione e transiti, abbiamo pubblicato la documentazione illustrativa aggiornata, che è disponibile qui.

TOP