Nuove indicazioni sui certificati CHED-D, CHED-PP e ODS

Nuove indicazioni sui certificati CHED-D, CHED-PP e ODS

Un avviso pubblicato qualche giorno fa dall’ADM – Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – riporta tutte le istruzioni per la corretta indicazione nelle dichiarazioni doganali Import dei certificati CHED-D, CHED-PP e ODS.

 

Queste indicazioni arrivano nell’ambito di tutte le attività connesse all’implementazione del SUDOCO (Sportello Unico Doganale e dei Controlli, di cui vi avevamo parlato in dettaglio ad aprile), con lo sviluppo di un’interfaccia per il collegamento a CERTEX, nuova piattaforma di collegamento con i sistemi centrali per il rilascio dei certificati previsti dalle normative dell’Unione Europea.

 

Come accennavamo prima, è stato previsto che nella prima fase l’interoperabilità sia prevista per questi tre certificati:

  • CHED-D (codice documento C678);
  • CHED-PP (codice documento C085);
  • ODS Import (codice documento L100).

 

I codici documento sono molto importanti perché, per l’attivazione del meccanismo di interoperabilità con CERTEX, è necessaria la corretta indicazione del numero identificativo di questi certificati.

A partire dal 10 luglio, inoltre, sono stati implementati dei controlli automatici, mentre la data di attivazione dell’interoperabilità con CERTEX sarà comunicata a breve.

 

Per maggiori dettagli tecnici sui messaggi Hx relativi ai tre certificati è possibile consultare il comunicato dell’ADM disponibile a questo link.

 

Intanto, il nostro software gestionale SoGeDo IM/EX è già pronto per gestire al meglio e in maniera facile e intuitiva tutte le operazioni di importazione, esportazione e transiti: clicca qui per maggiori informazioni.

TOP